0

Pace, corruzione e tortura sono le parole chiave del numero di settembre della rivista Amici di Follereau

settembrePace, corruzione e tortura sono le parole chiave del numero di settembre di Amici di Follereau, la rivista di Aifo.
“Non ci deve consolare il fatto che la corruzione sia una manifestazione antica – dice Luciano Ardesi nell’articolo di apertura -. Come un fenomeno carsico si riaffaccia continuamente nel corso della storia, anche recente. Un po’ per abitudine, un po’
per convenienza, sembra che le coscienze si addormentino di fronte al ripetersi degli episodi”.
Come parlare di non violenza in contesti di guerra? E’ quello che l’ong Operazione Colomba sta facendo in Albania, Libano, Colombia e in Israele/Palestina. I suoi volontari si interpongono nelle situazioni di conflitto cercando di trovare delle soluzioni basate sulla nonviolenza.
Di tortura invece si parla in occasione di “Stop alla tortura” la campagna di Amnesty International contro una pratica diffusa in tutto il mondo e spesso accettata in nome della lotta al terrorismo.
Il dossier della rivista – scritto da Enrico Populin – è dedicato ad un approfondimento di cosa sia e come operi la Rbc, la riabilitazione su base comunitaria.
L’appello del mese invece riguarda la scuola di formazione professionale “Familia Agricola”, un progetto sostenuto da Aifo nel Tocantis, uno stato posto nel centro del Brasile,
Per finire un articolo che esamina da vicino come i gruppi Aifo, che operano all’estero, usano i social media e il web in generale per fare informazione e comunicare le proprie attività. Buona lettura!

Annunci
0

“Governare l’informazione” nel numero di maggio di “Amici di Follereau”

“Governare l’informazione. Le nuove maniere della politica: raccontarci storie”  è questo il titolo del dossier che leggerete sul  numero di maggio della rivista “Amici di Follereau” di Aifo.  Poi nello spazio dedicato alla “Profezia” un articolo dedicato alla spesa per le armi e in particolare all’acquisto degli aerei F35. In primo piano abbiamo trattato di Banning Poverty 2018, una campagna che vuole appunto mettere al bando la povertà entro quell’anno.
Nello spazio dedicato alle iniziative di Aifo sono invece presentati un progetto in Guinea Bissau riguardante la maternità e un progetto in Nepal che vede al centro invece le donne disabili che vivono nelle zone rurali.

maggio2014

0

Una nuova rivista e un nuovo sito per l’Aifo

Una grafica completamente rinnovata e dei contenuti più snelli ma non per questo meno approfonditi: sono queste le due caratteristiche principali di “Amici di Follereau” la rivista mensile dell’Aifo che da gennaio 2014 si presenta profondamente cambiata rispetto al passato.

Ogni numero è diviso in sezioni. “Profezia” è la parte iniziale dedicata ad un tema che ha a che fare con il nostro fucopertina rivista gennaioturo; “Primo piano” invece si occupa di attualità ma anche di temi importanti ma dimenticati. Poi si prosegue con uno spazio di approfondimento “Dossier” e la sezione dedicata ai “Progetti” che verranno raccontati attraverso le storie delle persone coinvolte.  “Strumenti” ed “Esperienze” sono gli spazi più rivolti ai soci Aifo dove vengono forniti nuovi mezzi per comunicare e agire e vengono riportate le esperienze di alcuni gruppi locali.

La rivista e sito lavoreranno in parallelo e i contenuti di entrambi saranno condivisi sui social media per raggiungere un numero sempre maggiore di persone.
Oltre  ai soci di Aifo la rivista vuole essere un luogo dove coinvolgere anche altre persone autorevoli nei campi di cui parliamo.
Il rinnovamento della rivista, assieme a quello del sito web, vogliono essere, solo i primi passi verso un piano di comunicazione generale che riguarderà ogni aspetto di Aifo e che si definirà nel corso dell’anno.