Cartoline da Samsun/ Le amazzoni di Bati Park

am 1I due enormi leoni dorati aprono la bocca e mostrano le fauci: tra i loro denti i turisti si muovono divertiti guardando in avanti la grande statua di Pentesilea, la regina delle Amazzoni. Sono leoni rivestiti di cartapesta e la statua dell’amazzone, armata di lancia e protetta dallo scudo, ha un volto truce e la mammella destra tagliata come era di consuetudine tra queste donne guerriere.

La città di Samsun non rientra nei tipici percorsi turistici turchi, come in generale tutta la costa del mar Nero e allora le autorità municipali stanno facendo, da una decina di anni, degli sforzi colossali per rendere il lungomare della città attraente e bello. In effetti ci stanno riuscendo, hanno realizzato delle passeggiate chilometriche a ridosso del mare e dietro a queste, verso l’entroterra, hanno fatto crescere dei giardini sempre verdi e fioriti visto che siamo in un posto dove non c’è mai una stagione secca ma piove per tutto l’anno.

am 2

Poco distante dal parco delle Amazzoni una teleferica piuttosto antiquata porta su una collina che offre una gran bella vista del parco. Da lì perfino quei leoni hollywoodiani e la regina perennemente incazzata sembrano solenni e maestosi.am3
Ma non è solo finzione, non è solo una trovata di marketing questa idea del monumento alle Amazzoni, in effetti gli storici antichi ci dicono che questo popolo di donne guerriere aveva il suo regno proprio sul mar Nero, più precisamente lungo il fiume Termodonte, in una terra una volta chiamata Paflagonia. Il fiume scorre non lontano da Samsun e qui lo chiamano il fiume verde.
Ma ora il popolo delle Amazzoni non esiste più qui, se non nel ricordo di questo ingenuo parco sul mare; le Amazzoni se ne sono andate, come tanti altri popoli che sono passati in questo difficile ponte tra l’Europa e l’Asia.

Cartoline da Samsun/ Guardo per la prima volta la città
Cartoline da Samsun/ La statua di cera di Kemal Atatürk
Cartoline da Samsun/ Le donne sorridono lungo il viale 19 Maggio
Cartoline da Samsun/ Ascoltando i salmi in farsi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...